Ascoli Calcio: le domande le fanno i bambini

Ascoli Calcio: le domande le fanno i bambini

Oggi le domande le fanno i bambini.

Ciò che distingue un grande giocatore da un campione sono le doti tecniche, quello che si dimostra sul campo tutte le domeniche. Ciò che distingue un campione sul campo a un campione anche fuori dal campo sono queste iniziative, dove lo sport e la solidarietà diventano protagonisti di un’iniziativa speciale e gli artefici della realizzazione del sogno di molti bambini.Grazie alla collaborazione dell’Ascoli Calcio 1898 FC Spa, società storica del panorama calcistico italiano e che attualmente milita nella nostra Serie B, siamo riusciti a far incontrare alcuni bambini provenienti dalle zone colpite dal terremoto del Centro Italia con i loro idoli. Non Cristiano Ronaldo o Messi, bensì i giocatori dell’Ascoli Calcio, che nelle zone del Centro Italia sono ritenuti i veri punti di riferimento per migliaia di bambini.

Ardemagni, Lanni e Troiano si sono messi a disposizione dei bambini che, senza farsi troppo pregare, li hanno tempestati di domande, molte delle quali degne dei più grandi giornalisti italiani.

E’ stata un’esperienza unica, la realizzazione del sogno di questi bambini e la possibilità per i giocatori coinvolti di partecipare a un’intervista stravagante, probabilmente la più bella della loro carriera.


Grazie a loro abbiamo scoperto che:
Matteo Ardemagni non ama svegliarsi presto e da piccolo faceva il portiere. Sull’esultanza avrei delle proposte alternative.
Michele Troiano è il saggio del gruppo ed è molto fortunato perché fa un lavoro che ama
Ivan Lanni è il più timido dei tre ma é sempre disponibile per la felicità dei bambini.
In questi giorni seguirò l’ Ascoli Calcio 1898 FC SpA
nelle iniziative organizzate per i piccoli tifosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.